EVENTI

CINEMA: Suraj Sharma, protagonista del film “Vita di Pi”, al River to River con la prima italiana del nuovo lavoro “Gulmohar”

In programma anche il talk su India e Italo Calvino con la content creator Veronica Giuffrè

Sabato 9 dicembre presso il cinema La Compagnia, Firenze

Suraj Sharma, protagonista del film “Vita di Pi”, al River to River con la prima italiana del nuovo lavoro “Gulmohar”

 

Con un curriculum eclettico tra film e serie tv – tra cui “How I Met Your Father”, spin off di “How I Met Your Mother” vincitore di due Emmy e l’antologica “Star Wars: Visions” – l’attore nominato ai BAFTA e vincitore di un MTV Movie Award torna con un dramma corale ambientato alla vigilia della festa di Holi

Al mattino il talk “Le città dell’India e del mondo, con gli occhi di Italo Calvino” con la seguitissima content creator Veronica Giuffrè

 

 

Firenze, 8 dicembre 2023 –Suraj Sharma, protagonista del film 4 volte premio Oscar e trionfatore ai Golden Globe “Vita di Pi”, attore nominato ai BAFTA e vincitore di riconoscimenti tra cui un MTV Movie Award, sarà al River to River Florence Indian Film Festival domani, sabato 9 dicembre ore 20.30, per presentare in prima italiana il nuovo lavoro: la pellicola dal cast stellare “Gulmohar” (India, 2023, 131’) firmata dal cineasta Rahul Chittella. Reduce dal successo di “How I Met Your Father”, spin off di “How I Met Your Mother” vincitore di due Emmy Award, e attualmente su Netflix con la commedia romantica “La stagione dei matrimoni” di Tom Dey, Sharma arriva al cinema La Compagnia di Firenze (via Cavour 50/R) ospite dell’unico evento cinematografico in Italia che esplora il volto dell’India contemporanea, giunto alla 23/ma edizione con la direzione di Selvaggia Velo, con un film corale  ambientato alla vigilia del festival di Holi che segue le vicende di una famiglia durante un difficile momento di transizione: la vendita della proprietà dove ha vissuto per oltre trent’anni e ben tre generazioni, tra segreti del passato e conflitti del presente. River to River Florence Indian Film Festival si svolge con il patrocinio dell’Ambasciata dell’India, sotto l’egida di Fondazione Sistema Toscana nell’ambito della nell’ambito della “50 Giorni di Cinema a Firenze” e con il contributo di Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Direzione Cinema e Audiovisivo, Regione Toscana, Comune di Firenze e Fondazione CR Firenze.

 

Le attività del festival partiranno già al mattino, alle 11.00, con l’incontro “Le città dell’India e del mondo, con gli occhi di Italo Calvino”, omaggio al grande intellettuale nel centenario della nascita insieme a Veronica Giuffrè, social media manager con lunga esperienza nell’editoria, head of content per Giunti Editore e Bompiani e creatrice del seguitissimo blog “Il cassetto dei calzini spaiati”, in cui parla di libri.

 

Ancora, alle 16.00 continua il focus sul regista Mrinal Sen con la proiezione di “Bhuvan Shome” (India, 1969, 96’), ambientato alla fine degli anni ’40 con protagonista un burocrate la cui visione della vita cambierà dopo l’incontro con la giovane Gauri. Alle 18.00 si prosegue con la proiezione nella saletta degli episodi 3 e 4 della serie di Joyeeta Patpatia “Four More Shots Please!” (India, 2022, 72’) con protagoniste ragazze che hanno imparato a gestire le difficoltà della vita tra uno shot di tequila e l’altro. Allo stesso orario in sala “Call me dancer” (India, UK, Israele, USA, 2023, 83’) di Leslie Shampaine e Pip Gilmour, la storia del giovane Manish che fa di tutto per inseguire il suo sogno di diventare un ballerino professionista, affrontando insicurezze e limiti imposti dalla famiglia. Un documentario sulla speranza e la forza di volontà per riuscire a raggiungere i propri obiettivi.

 

River to River Florence Indian Film Festival si svolge con il Patrocinio dell’Ambasciata dell’India, sotto l’egida di Fondazione Sistema Toscana nell’ambito della “50 Giorni di Cinema a Firenze” – parte del Progetto Triennale Cinema, sostenuto dal Ministero del Turismo, dalle istituzioni locali e realizzato grazie al Protocollo d’Intesa tra Comune di Firenze, Regione Toscana e Fondazione Sistema Toscana, Fondazione CR Firenze, Camera di Commercio di Firenze. Con il contributo di Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Direzione Cinema e Audiovisivo, Regione Toscana, Comune di Firenze e Fondazione CR Firenze. Sponsor: Publiacqua e Salvatore Ferragamo. Partner tecnici: Consiglio regionale della Toscana, Diligentia, fsm – Fondazione Studio Marangoni, Hotel Roma, Amblè, Libreria Brac, Cescot Firenze. Media Partner: Firenze Spettacolo e RDF.

 

Il River to River Florence Indian Film Festival si impegna a tutelare l’ambiente, riducendo rischi e impatti, tramite scelte responsabili che limitino il suo impatto ambientale e promuovano l’efficientamento energetico, l’utilizzo responsabile delle risorse e il corretto smaltimento dei rifiuti.

Nel sito web del Festival è stato aggiunta una sezione sulla sostenibilità ambientale (https://www.rivertoriver.it/sostenibilita/), all’interno della quale è possibile scoprire le azioni che il River to River intende perseguire a partire da questa edizione.

A tal proposito, tra i nuovi partner del Festival quest’anno si è aggiunta Diligentia, un’associazione per la responsabilità d’impresa e di sviluppo sostenibile.

 

INFO

www.rivertoriver.it

Facebook /rivertoriverfiff

Twitter & Instagram @river2riverfiff

Youtube /RiverToRiverFIFFestival

Hashtag #R2RFIFF

 

INGRESSI

mattina: 4,00 €

pomeridiano: singolo 4,00 €; completo: 6,00 € (include le proiezioni pomeridiane del giorno scelto)

serale: intero 6,00 €; ridotto 5,00 € (studenti DAMS; Pro. Ge. A.S, possessori biglietto Museo Salvatore Ferragamo)

giornaliero: 10,00 €

abbonamento completo: 40,00€

I biglietti per la sala sono in vendita alla cassa del cinema o online su cinemalacompagnia.ticka.it

 

Ufficio Stampa 

Chiarello Puliti & Partners

+39 339 2439292

Ufficio stampa cinema

sabrina ingrassia

+39 320 0404080

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio