EMPOLI

T.N.T. Ercoli e Volpini

 

Un grande avvenire alle spalle. Tale paradosso fotografa il periodo attraversato dai ‘fondisti’ Simone Ercoli e Andrea Volpini, alfieri del T.N.T. Empoli. Entrambi sono ultratrentenni, ma la loro carriera sta vivendo una delle stagioni più intriganti, nonostante le tante medaglie inanellate nei principali appuntamenti internazionali. Infatti i due campioni, guidati dal responsabile tecnico del club biancazzurro Giovanni Pistelli, hanno nel mirino i ‘mondiali’ in acque libere, in calendario dal 21 al 27 luglio a Barcellona, poiché sono quelli della maturità. Ercoli, intanto, ha già evidenziato una condizione eccellente vincendo le prime due tappe argentine del Grand Prix Fina 2013 di maratone acquatiche, dove Volpini si è rispettivamente piazzato 8° e 9°… "Sono state emozioni uniche – dice il nuotatore castellano – grazie pure alla presenza di un folto pubblico appassionato e competente. Stimolato dal mio gruppo sportivo Fiamme Oro Napoli, ho preso parte sia alla gara sui 15 km a Rosario che alla Santa Fe-Coronda di 57 km aggiudicandomi anche la seconda, in cui un italiano non s’imponeva da 36 anni, a sorpresa".

Cosa intendi affermare?

"Nella tappa inaugurale ero tra i favoriti, essendo simile a una 10 km dove ho ottenuto numerosi successi. A Rosario sono quindi partito sicuro dei miei mezzi e ho deciso di allungare dopo un’ora accumulando un vantaggio che gli altri concorrenti non hanno colmato nel finale. Invece la seconda prova non si addiceva alle mie caratteristiche".

In inverno hai dunque svolto una preparazione mirata alle lunghe distanze?

"In realtà il carico di lavoro è cambiato poco dagli anni scorsi, anche se abbiamo curato in maniera particolare la resistenza piuttosto dell’intensità. In ogni caso, quel giorno mi sentivo proprio in forma, la temperatura dell’acqua era abbastanza calda come piace a me e, inoltre, lo staff dirigenziale delle Fiamme Oro Napoli mi aveva seguito per incitarmi. La gara è stata subito contraddistinta dalla fuga dell’argentino Villagoiz e del siriano Saleh, che hanno guadagnato fino a 5′ ma sono stati ripresi al momento giusto. Siamo quindi rimasti al comando in cinque o sei e l’argentino Bertola è scattato all’ultimo chilometro per arrivare da solo. Ma sono riuscito a stargli in scia sino ai 400 metri quando l’ho scavalcato conservando un piccolo margine al traguardo".

L’immediato futuro dei due ‘big’, viceversa, è preannunciato da Volpini, che sta togliendosi molte soddisfazioni nelle vesti di allenatore degli Esordienti A della società biancazzurra… "In effetti i miei ragazzi – spiega l’atleta e tecnico empolese – stanno cogliendo buoni risultati di cui vado orgoglioso e, adesso, cercherò di fare altrettanto nelle qualificazioni al mondiale catalano".

Quando si terranno?

"Anzitutto premetto che sono felice di poterle disputare, visto che sono rientrato nel giro della nazionale dopo circa due anni e mezzo. Per me è stata una vera gioia aver partecipato ai collegiali di Pesaro e di Roma. Le selezioni alle prove iridate ci saranno  nel mese di giugno: la 5 km a Nettuno, vicino a Latina, la 10 km a Napoli e la 25 km a Castellabate, in provincia di Salerno. Mentre Simone sarà senz’altro impegnato nelle prime due gare, io giocherò le mie carte nella terza, sebbene non sia escluso che  usi la 10 km come test. Comunque, in quei 25mila metri, spenderò tutte le mie energie per essere uno dei due azzurri convocati dal Ct Massimo Giuliani".

                                                                                    

                                                                  Fonte: Team Nuoto Toscana Empoli

    

      

      pistelli_volpini_ercoli_tnt.jpg

Franca Ciari

GazzettaToscana.it è un quotidiano online di cronaca indipendente sui fatti che circondano la zona della Toscana.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Check Also
Chiudi
Pulsante per tornare all'inizio