NEWS

TUTTO PRONTO PER L’ESERCITAZIONE INTERNAZIONALE RAMOGEPOL

Tutto pronto per l’esercitazione internazionale RAMOGEPol


Saranno le
15,30 di martedì 28 maggio, quando una segnalazione aerea informerà le autorità di una macchia sconosciuta in mare, al largo della costa versiliese: inizierà così la maxi esercitazione antinquinamento marino organizzata da Italia, Francia e Principato di Monaco, in base all’accordo internazionale RAMOGEPol e che, nella giornata di mercoledì 29, si svolgerà sul territorio di Pietrasanta, in località Motrone.

L’ultima riunione “plenaria” fra tutti gli attori coinvolti, dal Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica alle forze di polizia statale e locale, si è svolta questa mattina (martedì 21) in videoconferenza: collegati da remoto, per il Comune di Pietrasanta, l’assessore alla protezione civile Tatiana Gliori con i tecnici dell’ufficio di settore, il comandante della polizia municipale Giovanni Fiori e alcuni rappresentanti del volontariato locale. “Sarà un grande evento che ci metterà tutti alla prova su un doppio binario – spiega l’assessore Gliori – da una parte quello tecnico-istituzionale, con i vari enti nazionali, provinciali e locali che dovranno interagire coordinando le proprie comunicazioni e decisioni; dall’altro quello operativo, relativo a tutti coloro che saranno chiamati in causa per mettere in atto, nella sequenza e modalità corretta, le disposizioni ricevute. Che poi è quanto si verifica sempre, nelle piccole e meno piccole emergenze di protezione civile, solo che mercoledì prossimo avremo un’occasione irripetibile, con i nostri uffici e le associazioni di volontariato, per un “allenamento” interforze di livello internazionale”.

Saranno 20 i mezzi aerei e navali, italiani, francesi e monegaschi, impegnati per l’esercitazione. Lo sversamento in mare sarà simulato attraverso 200 kg di lolla di riso e 30 di pop-corn, che saranno rispettivamente considerati idrocarburi e paraffina. Dopo le operazioni di accertamento eseguite dall’alto, i campionamenti di Arpat e le successive indagini che stabiliranno la natura delle due sostanze, si passerà alla fase di contenimento, pulizia e decontaminazione: “Sulla spiaggia del Club Velico – prosegue Gliori – verrà attivato, su ordine della Prefettura di Lucca, il Posto di Coordinamento Avanzato come base operativa di tutti gli interventi; l’area parcheggio di Motrone, invece, accoglierà le sale mobili degli enti coinvolti”.

Le operazioni si svolgeranno su un fronte spiaggia di 99 metri lineari (tutta la parte di spiaggia libera più l’arenile antistante il Club Velico) impegnando personale, volontario e non, proveniente da tutta Italia e saranno monitorate da un gruppo di direzione formato da Capitaneria di Porto di Viareggio, Direzione Marittima di Livorno e Segretariato Ramoge. Il “fine lavori” è previsto per le 18, mentre l’esercitazione si chiuderà formalmente il giorno seguente (giovedì 30) con un ultimo confronto fra tutte le forze in campo e gli eventuali approfondimenti che si renderanno opportuni.

Nei prossimi giorni verranno fornite alla cittadinanza tutte le indicazioni necessarie, a livello logistico, relativamente agli spazi interessati dall’esercitazione.

Ufficio Stampa & Comunicazione
G.M.
0584.795213

Redazione

GazzettaToscana.it è un quotidiano online di cronaca indipendente sui fatti che circondano la zona della Toscana.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio