CULTURA

Isabella Rossellini al Teatro della Pergola dal 23 al 28 gennaio nel suo One woman show Darwin’s Smile

Viviana Del Bianco intervista l'attrice su uno spettacolo che , ispirato dal libro di Charles Darwin ,è insieme una lezione sull’evoluzione e sulla recitazione.

Ho conosciuto giovanissima, Isabella Rossellini a New York , durante il  nostro Festival  del Cinema Italiano  e alle sfilate di moda…Era la fine degli anni ’70 – A poco più di vent’anni Isabella Rossellini bucava lo schermo con una bellezza incredibile, una ragazza spigliata, sensuale, con occhi e capelli corti neri. Figlia d’arte di due giganti del cinema del Novecento, Roberto Rossellini e Ingrid Bergman, da sempre tra Europa e Stati Uniti, a 19 anni decise di andare a New York, dove iniziò quasi subito la carriera di modella. Ha posato, tra gli altri, per Helmut Newton, Annie Leibovitz, Robert Mapplethorpe. Attrice e Musa per ruoli indimenticabili e mai scontati – tra cui, la cantante di night Dorothy in Blu Velvet di David Lynch (1986) – nel corso della sua straordinaria carriera è diventata l’icona di un modello di donna libera dai canoni imposti dal mercato, simbolo di eleganza, intelligenza, di una bellezza naturale e ribelle che accoglie gioiosamente i segni del tempo. Oggi è Autrice, regista, con l’interesse per i punti di contatto tra esseri umani e mondo degli animali che era già sfociato in Green Porno, una serie di web corti sostenuti dal Sundance Channel di Robert Redford in cui racconta l’eros degli animali con scene e costumi da Arte Surrealista. Nel 2013 ha fondato con la figlia Elettra la Mama’s .Farm, una fattoria biologica a Long Island dove si è ritirata a vita contadina che racconta sul suo canale Instagram da oltre 800000 followers. Anche da questo è scaturito Darwin’s Smile, il suo one woman show che approda nei teatri italiani per una mini-tournée (debutto il 15 al Teatro Remondini di Bassano del Grappa, e alla settimana del 23-28 Gennaio al Teatro della Pergola di Firenze. Un monologo sulle espressioni delle emozioni degli uomini e degli animali che combina le capacità di attrice e etologa di Isabella Rossellini.. continua raccontando che negli Stati Uniti è da poco questo lavoro teatrale, davano L’emicrania di Darwin e venne a vederle Muriel Mayette, direttrice del Teatro Nazionale di Nizza.,e mi propose di farne uno spettacolo. Abbiamo debuttato circa un anno e mezzo fa a Nizza, e ho curato anche la regia ..E la prima volta che le faccio in Italia, le ho fatte in America, in Germania. Adesso faccio un periodo solo Italia poi lo riprendo in inglese e in francese. Che rapporto ha col teatro? In passato ho lavorato con Robert Wilson, Teiry McNally però non ho fatto moltissimo teatro perché richiedeva molto impegno E quando avevo i bambini piccoli non me la sentivo di partire per le tournée , si stava troppo lontano perché il l teatro è «on the road». Chiudo l’intervista. affermando che Lei forse è un role model. “Non avrei mai la presunzione di considerarmi tale, semplicemente faccio quello che mi piace, adesso mi reinvento in modo eccentrico, un lavoro finiva perché ero troppo vecchia e non mi volevano più allora facevo un’altra cosa che mi interessava, poi tutto si mischia”.Sono felice di presentare il mio spettacolo al  prestigioso Teatro della Pergola ed un onore essere a Firenze ,nella culla delle arti”

Viviana Del Bianco

cell: 3355712146 info@nicefestival.org

Alessandro Lazzeri

GazzettaToscana.it è un quotidiano online di cronaca indipendente sui fatti che circondano la zona della Toscana.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Check Also
Chiudi
Pulsante per tornare all'inizio