NEWS

AUSL TC: Maltempo Toscana: Il punto sulla situazione dei vari territori e sui servizi nei vari presidi ospedalieri

Maltempo Toscana: Ospedale Prato, allagamenti nei seminterrati e al Pronto Soccorso.

Maltempo Toscana: Ospedale Prato, allagamenti nei seminterrati e al Pronto Soccorso. Staff tecnico al lavoro tutta la notte per il ripristino dei locali. Allagamenti anche all’Ospedale del Mugello ma più contenuti, già tornato in attività. Situazione nella zona fiorentina, pistoiese ed empolese sotto controllo.

L’Azienda USL Toscana Centro fa il punto sulla situazione maltempo dei singoli territori.

Situazione Ospedali

  • Ospedale di San Giovanni di Dio: nessuna criticità particolare, tranne qualche infiltrazione in una sala operatoria, ma che non ha comportato alcuna variazione, essendo stata spostata l’attività in altra sala;
  • Ospedale Santa Maria Annunziata: nessuna criticità di rilievo e attività regolare in tutto il presidio;
  • Ospedale Serristori: nessuna criticità, tutte le attività saranno garantite;
  • Ospedale Santa Maria Nuova: attività regolarmente svolte;
  • Ospedale Palagi: nessuna criticità di rilievo, le attività verranno svolte regolarmente;
  • Ospedali dell’Empolese: tutte le attività verranno svolte regolarmente, nessuna criticità di rilievo;
  • Per gli Ospedali della zona Pistoiese e Valdinievole (SS. Cosma e Damiano e San Jacopo) nessuna criticità di rilievo; le attività verranno svolte regolarmente;
  • Ospedale del Mugello: l’impatto maggiore si è avuto sull’attività chirurgica. Con una sola sala operatoria agibile, verranno garantite solo le urgenze, pertanto la programmazione di oggi è bloccata. Tra gli interventi rinviati non ci sono oncologici;
  • Ospedale di Prato: La situazione più critica, si è inondato prima di tutto il sottosuolo e il corridoio interrato che serve come collegamento tra le varie parti dell’Ospedale. Questo allagamento di conseguenza ha comportato ulteriori disagi come l’impossibilità di utilizzare gli ascensori. Con l’aumentare della pioggia l’acqua è penetrata anche in alcuni locali del piano terra soprattutto, per quanto riguarda l’attività clinica, in quelli del Pronto Soccorso dell’Ospedale, per cui ieri sera è stata presa la decisione di dirottare tutte le ambulanze sugli altri ospedali soprattutto dell’area fiorentina e in parte anche su Pistoia. Nella notte, sia nel piano interrato che al Pronto Soccorso, il liquido è stato drenato con le idrovore e adesso i tecnici sono in azione per ripristinare i locali e poter riprendere le attività. Le autopresentazioni al Pronto Soccorso, sono state accolte e visitate in uno spazio rimasto asciutto nella zona del triage. Sono state mantenute aperte gran parte delle attività ambulatoriali, tutta l’attività di diagnostica, l’attività chirurgica in urgenza, i parti e il DH oncologico; per la dialisi al momento sono garantite le urgenze.


In generale alcune attività nei vari ospedali subiranno dei ritardi nell’orario di inizio a causa delle difficoltà del personale di raggiungere la sede di servizio.

Costante il monitoraggio della situazione da parte della direzione sanitaria ed infermieristica per gestire anche l’eventuale mancanza di personale che non è in grado di raggiungere il luogo di lavoro a causa dei disagi per la viabilità.

 

Operatività PET  

PET di Seano coperto da Poggio a Caiano.
Presso Campi aperto posto medico avanzato (PMA) con due mezzi sanitari presso “Spazio reale”.
Campi B coperto fa da due fuoristrada e da personale sanitario , Montemurlo attiva.
Fino alle ore 6 di questa mattina istituito un PMA presso Comando VVF di Prato.

Trasporto dialisi
Per ora non ci sono criticità. Un solo trasporto urgente per dialisi effettuato in rendez-vous a Campi tra fuoristrada e ambulanza

Personale integrativo impiegato nella notte
CO: + 4 medici; +9 unità infermieristiche;
Territorio + 3 unità infermieristiche.

Mezzi integrativi utilizzati: 9

Dalle ore 20 alle ore 6: 242 missioni

Diversione di casistica emergente-urgente verso ospedali della rete territoriale

Modello di servizio di oggi

CO: + 4 infermieri
+ 3 medici
+ responsabili

Territorio
+ 2 Infermieri
Richiesto PMA ulteriore su Prato che richiede + 2 Infermieri

Servizi semiresidenziali  

La Direzione Servizi Sociali dell’AUSL Toscana Centro, aggiorna sulla situazione del territorio di competenza dell’Azienda: “In relazione all’emergenza maltempo che ha investito il nostro territorio, la Direzione dell’Azienda Usl Toscana Centro, di concerto con le rispettive Società della Salute, ha disposto in via precauzionale la chiusura della maggior parte dei propri servizi semiresidenziali per anziani e disabili nei territori di Firenze, Firenze Nord Ovest, Prato, Pistoia, Valdinievole e dell’Empolese Valdarno Valdelsa. Nella Zona del Mugello e della Fiorentina Sud Est, i servizi semiresidenziali per anziani e disabili sono regolarmente attivi. Le famiglie e le persone interessate, sono state tutte prontamente informate. I servizi riprenderanno la propria attività a seguito delle opportune verifiche.”.

In particolare per la zona di Prato, questa la situazione dei PRESIDI TERRITORIALI ZONA PRATO

– PRESIDIO GIOVANNINI: al momento chiuso per verifiche in corso. Dalla prima verifica effettuata non risultano gravi danni, infiltrazioni in diversi punti. Alcuni servizi sono inagibili (esempio ufficio Ausili). È in corso la verifica Ascensore. Possibile riapertura già dal pomeriggio.

– VOP – CURE INTERMEDIE: allagamento nel seminterrato, già risolto

– CURE INTERMEDIE LA MELAGRANA: allagamento nel seminterrato, verifiche ancora in corso per funzionamento ascensori

– DISTRETTO MONTEMURLO: Allagamenti nella notte, ripristino in corso. NO Danni

– Casa della Salute Vernio: distretto agibile, piazzale antistante però inagibile per fango alto

In linea con l’ordinanza chiusura Scuole del Comune, sono chiusi i: Centri Diurni Anziani e Disabili e per Minori, ridotto al minimo Assistenza Domiciliare Infermieristica e Sociale, Punti Prelievi, trasporto sociale.

Gli altri presidi: Distretto Poggio a Caiano, Distretto Carmignano, Distretto Prato Sud, Distretto Vaiano, Hospice, Odontoiatria, non presentano criticità.

 

Servizio di continuità assistenziale

Il servizio del turno notturno di centrale operativa e di continuità assistenziale che si è concluso alle ore 8.00 di questa mattina, in ragione dei fenomeni meteorologici ha presentato criticità, che sono state affrontate ma non hanno dato luogo a disservizi.

I medici in servizio presso le sedi di Vaiano e Vernio, a causa della impraticabilità della strada statale, non hanno potuto raggiungere le rispettive sedi, per cui il servizio per consulti telefonici è stato assicurato dalla sede CA di Prato San Jacopo per Vaiano e dalla sede CA di Prato San Paolo per Vernio.

Il medico della sede di Montemurlo, a causa dell’allagamento dei locali, ha richiesto l’intervento dei Vigili del Fuoco per evacuare la sede, il cui servizio per consulti telefonici è stato assicurato dalla sede CA di Prato Coiano.

Nella serata di ieri dato il repentino peggioramento della situazione metereologica nella zona di Campi Bisenzio i medici di Campi Bisenzio sono stati evacuati. Le dottoresse in servizio si sono rese disponibili ad accettare chiamate per consulti sui propri cellulari, compatibilmente alla durata delle rispettive batterie non ricaricabili a causa della mancanza di elettricità.

 

Le parole del Direttore Generale, Ing. Valerio Mari “Voglio esprimere il mio profondo ringraziamento a tutto il personale sanitario, agli operatori e ai tecnici che questa notte si sono impegnati al massimo per gestire l’emergenza e per monitorare costantemente il buon andamento delle attività di ripristino degli spazi e dei servizi, consentendo di ridurre al minimo indispensabile l’interruzione delle attività.”.

 

 

Azienda USL Toscana Centro 
Staff Direzione Generale
Ufficio Stampa – sede Prato

329 7672598
francesca3.nieri@uslcentro.toscana.it
www.uslcentro.toscana.it

 

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio