La Fiorentina stende il Genoa

Written by Redazione. Posted in FIORENTINA

Published on gennaio 18, 2022 with Comments"> Comments

La Fiorentina riprende a correre in campionato. Torna a vincere dopo due pareggi e una sconfitta e ,soprattutto torna a giocare da squadra. Se i viola avevano entusiasmato nella gara di Coppa Italia con il Napoli, stasera col Genoa hanno giocato la partita perfetta. La gara si presentava insidiosa, Il Genoa giocava molto coperto ma i viola non si sono fatti irretire al centro e hanno trovato sulle fasce grazie  alla vivacità di Odriozola e Biraghi il modo per scardinare la difesa ligure. Per almeno sessanta minuti la squadra di Italiano è apparsa irresistibile e capace di affrontare qualsiasi avversario. Il Genoa voleva giocare sulla difensiva ma non ci è riuscito. Troppo forte la Fiorentina,abile nel giocare, imprevedibile e sempre determinata. Una squadra che sembra aver ritrovato quell’identità di gioco e quella personalità che la rende una delle compagini più interessanti di questo campionato.

La Fiorentina comincia col piglio giusto. Nico Gonzalez in dribbling salta Portanova e lancia per Vlahovic che è anticipato da Sirigu in uscita. Al quinto minuto ci prova Maleh ma calcia male e la sfera è sul fondo. Al settimo si fa vivo il Genoa con un tiro di Portanova che finisce alto sulla traversa. La Fiorentina prende in mano la partita. Il Genoa si chiude. La Fiorentina cerca con insistenza di passare. Al nono minuto Saponara è atterrato in area. E’ rigore. L’arbitro non lo vede ma interviene il Var che lo manda al monitor e lo induce a decretare il penalty. Sul dischetto si presenta Vlahovic che prova il cucchiaio ma Sirigu para. E’ la prima volta che Dusan sbaglia un rigore, La Fiorentina non si abbatte e continua ad attaccare. Sirigu respinge un tiro di Vlahovic ma non può nulla sulla ribattuta di Odriozola che segna il suo primo gol in viola e porta in vantaggio la Fiorentina al 14’. Il Genoa non reagisce e i viola hanno un continuo possesso palla e vanno vicini al gol alla mezzora con un colpo di testa di Vlahovic che finisce di poco a lato. Il Genoa si rende pericoloso al 33’ con un cross di Storaro per Yeboah che è anticipato da Terracciano.Un minuto dopo arriva il raddoppio viola con Bonaventura su cross di Biraghi. Il Genoa non reagisce , non riesce a cambiare  gioco. Sotto di due reti non sembra riuscire da quell’ impostazione difensivistica con cui era sceso in campo. Al 42’ dopo una bell’azione personale Saponara è fermato fallosamente al limite dell’area. E’ punizione. La batte Biraghi che di sinistro supera la barriera e mette in rete a fil di palo.

Nel secondo tempo, Vlahovic rientra e chiede scusa al pubblico per il rigore sbagliato: i cinquemila del “Franchi”lo applaudono. Il Genoa sotto di tre gol prova a tornare in partita.  Konko cambia tre giocatori: fuori Sturaro, Portanova, Calafiori per Melegoni, Ekuban e Bani. Ma la musica non cambia. La Fiorentina continua ad attaccare e trova ancora un gol al quinto minuto. Straordinario assist di Bonaventura per Vlahovic che con un pallonetto supera Sirigu.

La partita è praticamente chiusa. I viola continuano ad attaccare e al 25’ trovano ancora un gol con una splendida punizione di Biraghi. Il Genoa non gioca più. I viola dilagano e trovano dopo la mezzora il sesto gol. Cross di Ikonè sul secondo palo, colpo di testa di Torreira che batte Sirigu.

Il Genoa tenta di trovare il gol della bandiera. Reclama un rigore nel finale. L’arbitro si consulta con il Var che nega. Finisce sei a zero .La Fiorentina sale a trentacinque punti e, pur con una partita in meno, è quasi in zona Uefa.

 

 

Vincenzo Italiano ha parlato a DAZN dopo Fiorentina – Genoa: Quando sei reduce da una partita come Torino un allenatore vuole subito ripartire e vedere la reazione della squadra. Noi l’abbiamo fatto a Napoli e sulla scia di quella vittoria abbiamo fatto una grande gara. A Torino non mi era piaciuto l’approccio e ho chiesto ai ragazzi di partire bene questa sera e sono stati bravi. La vittoria di Napoli ci ha fatto allenatore con grande intensità e voglia“. E a proposito di Vlahovic e del rigore sbagliato: “Mi ha detto che se l’era sentita di battere così il rigore ed era sicuro di far gol. E’ un ragazzo sensibile e si è sentito in maniera spontanea di chiedere scusa al pubblico. Capirà che certe cose forse è meglio evitarle e basta così, si va avanti. Ha una mentalità forte e gli si possono perdonare alcuni errori quando si è un professionista serio e si dà l’anima in campo“. E’ soddisfatto Italiano della squadra e afferma: “Mi piace che abbiamo tante caratteristiche. Giocatori di qualità, di dinamismo, di grande impatto in mezzo al campo. Questa varietà di caratteristiche mi permette anche a gara in corso di modificare qualcosa. Sono contento di avere questa possibilità. Nell’ultimo periodo abbiamo reagito anche alle sconfitte. Stiamo crescendo in mentalità e carattere“.

 

Fiorentina-Genoa  6-0

Fiorentina (4-3-3): Terracciano; Odriozola, Milenkovic, Igor, Biraghi (25′ st Terzic); Bonaventura (25′ st Duncan), Torreira (34′ st Pulgar), Maleh; Gonzalez (25′ st Callejon), Vlahovic, Saponara (25′ st Ikoné). Allenatore: Italiano.
Genoa (3-5-2):Sirigu, Hefti, Vanheusden, Ostigard, Calafiori (1’0 st Bani), Sturaro (Melegoni), Badelj, Rovella, Yeboah (21′ st Caicedo), Destro (36′ st Buksa), Portanova (1′ st Ekuban). Allenatore: Konko.
Arbitro: Maresca di Napoli
Reti: 14′ pt Odriozola; 34′ pt Bonaventura; 41′ pt Biraghi, 5′ st Vlahovic; 23′ st Biraghi; 32′ st Torreira

Note: ammoniti Calafiori, Portanova, Sturaro, Torreira

 

Alessandro Lazzeri

 

 

About Redazione

GazzettaToscana.it è un quotidiano on line di cronaca indipendente e aperto al libero pensiero, nel rispetto delle più corrette e consuete regole giornalistiche.

Browse Archived Articles by Redazione

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com